lunedì 21 maggio 2012

Una Favola da Sistemare

Dirà un giorno il Creatore vienimi vicino poesia prediletta figlia mia
aiutami per favore a rettificare il creato
perché mi sono accorto che qualcosa ho sbagliato.

Papà vengo da te volentieri perché pure io ho notato ahimè non da ieri
che in alcuni tuoi versi se la rima appare giusta il concetto invece è errato.

Ti correggo allora subito, il grave errore di questo verso
che turbamento suscita ed orrore nell'universo:
facciamo combaciare la terra non più con la guerra
ma con la parola amore ogni giorno in tutte le ore.

E poi Padre che bisogno c'è di scannare e sbranare per potersi sfamare?
Non può essere sufficiente saziarsi semplicemente quanto si vuole
della luce del sole od a piacimento di aria e di vento?

Il Creatore allora brava dirà poesia prediletta figlia mia
e l'abbraccerà a più non posso grato non meno che commosso
adesso nella poesia del mio creato non solo la rima giusta
anche il predicato.

3 commenti:

  1. Ciao Marina. Sono rimasta a bocca aperta e con gli occhi spalancati a leggere la filastrocca e a guardare queste bellissime immagini sognanti.

    Riusciremo mai a trovare la poesia in ogni cosa che ci circonda? Ci vogliono occhi e cuore molto sensibili!...

    Buona giornata e grazie per il bellissimo post.

    Deborah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Deborah, sei davvero gentilissima. Baci

      Elimina
  2. Complimenti per la poesia e le immagini!
    Passa da me, c'è un premio per te!
    Baci

    RispondiElimina